Questione di spot: Sanremo epic fail?

Questione di spot: Sanremo epic fail?

Il Festival di Sanremo è alle porte e la Rai ha deciso di promuovere l’atteso evento con due spot che hanno già scatenato furibonde polemiche sui social. Il primo video lanciato vede protagonisti tre feti che, dentro le pance delle madri sedute in sala d’aspetto, canticchiano Non ho l’età di Gigliola Cinquetti, vincitrice di Sanremo nel 1964.

Un’idea che non è piaciuta a molti, che hanno giudicato inquietante l’immagine dei feti canterini. Nel secondo spot si vede invece una famiglia di alieni ballare sulle note di Una terra promessa, canzone di Eros Ramazzotti, che vinse nella categoria “Giovani” nel 1984. Insomma, per molti mamma Rai avrebbe potuto pensare a qualcosa di meglio. E se la campagna fosse stata pensata appositamente per accendere polemiche e far parlare del Festival in maniera importante? Nel dubbio, vogliamo proporvi un paio di epic win tra gli spot realizzati negli ultimi tempi e che a nostro parere hanno centrato l’obiettivo che volevano raggiungere.

IKEA E LA CASA COME VUOI TU

Il primo che vi proponiamo è stato realizzato dalla Auge Headquarter di Milano, ed è lo spot della multinazionale di arredamento più famosa al mondo: Ikea. In ambienti arredati rigorosamente dalla casa svedese, si muovono persone che hanno deciso di vivere a modo loro la casa, facendo ciò che loro piace, in maniera libera, forse insolita. Vediamo un supermacho tatuatissimo dormire col suo tenero gattino, una coppia attempata fare colazione in deshabille, due bambini giocare a tennis in salotto usando un tavolo come “rete”. Insomma, lo spot incita a liberarsi da ogni convenzione e vivere la propria casa come meglio si crede. Claim: “A casa tua puoi essere come vuoi”, hashtag #sorprenditiognigiorno.

DA GOMORRA ALLA DACIA SANDERO: NAPOLI SHOW

Molto creativa la pubblicità ideata dalla Publicis Italia per la nuova Dacia Sandero. Guest star Salvatore Esposito, il Genny dell’acclamatissima serie tv Gomorra. Si tratta di uno spot girato durante la notte di Capodanno a Napoli: si vede Esposito percorrere in sella alla sua macchina le vie strettissime della città, facendo slalom tra mille ostacoli, come materassi o piatti buttati dalle finestre secondo l’antica tradizione del gettare via le cose vecchie all’ultimo dell’anno. Claim: “A prova di vita reale”. Molte le critiche che lo spot ha ricevuto dai napoletani stessi, risentiti per essere stati etichettati, a parer loro, con i classici cliché. Al di là di queste polemiche, però, a noi l’idea e la narrazione sono piaciute molto. Epic win per l’agenzia Publicis Italia!